Il cavaliere dei tuoi passi

Su una melodia di voci francesi
alla buvette, su la rue de les cerimonies
in veranda
la vita è tranquilla, la vita non è altro
che lo sguardo del cavaliere
mentre mescola la cioccolata calda con i suoi pensieri
e gli occhi sembrano riempirsi
di calore, e gli occhi sono sul punto
di lacrimare.
E gli occhi sono nebbia mentre le mani
e gli occhi sono chiusi mentre le labbra
e gli occhi sono altrove mentre il respiro
si spezza.

Il cavaliere dei tuoi passi
si arrampica su per le scale
e sapevi di non essere un tempio cristiano
né la sinagoga, sapevi di tutto questo
ma il cavaliere ti prende per mano
ed il tempio e la sinagoga non sono che ruderi
allo splendore della tua maison che lui chiama allumeuse.

Il cavaliere è in silenzio, ti guarda e non parla.
Il silenzio è un dono degli angeli, le corde sono tese
mentre la voce non riesce a frantumarsi in parole.
E le parole sono nebbia mentre le mani
e le parole sono indistinte mentre le la labbra
e le parole sono un’alcova per il pensiero mentre
si spezza.

Lui ti suggerisce calembour
ed anche se non era quello che intendevi
resti inchiodata alla sua voce intima e cantilenante.

>

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se vuoi continuare ad utilizzare questo sito web sfruttandone tutte le potenzialità. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi